Home > Uncategorized > SCUOLA,BARBERA (PRC):«IN ISTITUTO VICO ALTRO CHE GUERRA RELIGIONE»

SCUOLA,BARBERA (PRC):«IN ISTITUTO VICO ALTRO CHE GUERRA RELIGIONE»

(OMNIROMA) Roma, 30 apr – «Altro che piccola guerra di religione in un bicchiere d’acqua. Quanto accaduto alla scuola G.B. Vico di piazzale degli Eroi, non va assolutamente sottovalutato in quanto le giustificazioni che sono state inizialmente sostenute dalle insegnanti e che sono state riportate sulla stampa, grazie alla meritoria denuncia di alcuni genitori, non lasciano dubbi sulla natura ideologica e discriminatoria dell’iniziativa inopinatamente portata avanti da alcuni insegnanti della scuola. D’altronde il fatto che alcuni bambini sono rimasti comunque turbati dell’avvenimento la dice lunga su come è stata recepita tale iniziativa e sui metodi educativi che qualche pasdaran si sente in dovere di utilizzare in quella che rimane un’ istituzione pubblica e, in quanto tale, anche laica. Che ci siano pericolosi segnali da questo punto di vista è segnalato anche dal fatto che proprio nel nostro municipio due anni fa, tra le proteste di alcuni genitori e dirigenti scolastici, si tentò di imporre a tutti i bambini, senza il consenso dei genitori, il menù quaresimale per volontà di alcuni dirigenti amministrativi supportati da uno schieramento politico trasversale. Iniziativa questa che fu prontamente stoppata anche grazie al nostro intervento, ma che fu riproposta l’anno successivo sull’intero territorio comunale per iniziativa dal neo-assessore alla Scuola del Comune di Roma scatenando l’ira di molti genitori e docenti che costrinse il Campidoglio a fare retromarcia».

Lo afferma in una nota Giovanni Barbera, esponente romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

«Per questi motivi – continua Barbera – è necessario non abbassare la guardia su comportamenti che ledono subdolamente quei principi che sono sanciti nella nostra Costituzione, soprattutto se tali comportamenti vengono posti in essere da coloro che svolgono, per conto dello Stato, funzioni educative nei confronti di bambini. Per questi motivi non ci accontentiamo di mezze verità o di tentativi di liquidare tali episodi, ma esigiamo rassicurazioni dai dirigenti scolastici coinvolti e da tutte quelle autorità che hanno il compito di vigilare sul funzionamento della scuola affinché tali comportamenti vengano banditi definitivamente dalla scuola pubblica. Non escludiamo il fatto di riportare tale dibattito all’interno del parlamentino del Municipio, al fine di stanare complicità culturali e politiche anche da parte di coloro che a parole parlano di laicità, ma per interessi elettorali e politici sono pronti a ‘inciuciarè con posizioni che vanno in tutt’altra direzione, come avvenuto in occasione dell’imposizione dei menù quaresimali» red 302103 apr 10 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: