Archivio

Archive for giugno 2010

PARCHEGGIO VIA OSLAVIA, BARBERA (FDS): MUNICIPIO DA CHE PARTE STA?

15 giugno 2010 Lascia un commento

(OMNIROMA) Roma, 12 giu – «Ma sul parcheggio privato di via Oslavia la presidente, la giunta e gli altri consiglieri del Municipio Roma XVII da che parte stanno? Dalla parte dei cittadini che chiedono il rispetto delle regole e degli interessi pubblici o della società costruttrice che, non riuscendo a vendere i propri box privati a prezzi da capogiro (circa 90 mila euro), chiede la deroga al vincolo della pertinenzialità e della residenza al fine di allargare il proprio mercato e non essere costretta a dover abbassare i prezzi?».

È quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, esponente del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

«Per noi, che siamo contro ogni forma di speculazione – aggiunge – anche quella che purtroppo viene spesso realizzata con tali parcheggi privati, chiediamo all’amministrazione comunale di far rispettare rigorosamente la normativa vigente, astenendosi da provvedimenti discutibili che potrebbero avvantaggiare impropriamente interessi privati. Su tale questione siamo pronti a dare battaglia, riservandoci di presentare, se fosse necessario, anche denunce alla magistratura. Anche perché l’area comunale su cui è stato realizzato tale parcheggio interrato è stata concessa dal Comune di Roma, senza peraltro bando pubblico, proprio per la costruzione di box pertinenziali da destinare ai cittadini che risiedono nella zona circostante entro il raggio di 500 metri». red 121839 giu 10

MUNICIPIO XVII: ’POSTI AUTO SU PASSAGGI PEDONALI PER DISABILI’

15 giugno 2010 Lascia un commento

Foto e testo tratti da “RomaNotizie”  http://www.romanotizie.it

MUNICIPIO XVII: 'POSTI AUTO SU PASSAGGI PEDONALI PER DISABILI'“E’ vergognoso che a distanza di numerosi mesi il Municipio Roma XVII non abbia ancora provveduto, nonostante le segnalazioni del sottoscritto e di numerosi cittadini, a far rimuovere le strisce che attualmente autorizzano gli automobilisti a parcheggiare regolarmente la loro autovettura proprio sul passaggio pedonale per disabili, collocato dinanzi al centro anziani di Via Sabotino, con tutte le ovvie conseguenze per coloro che ne dovrebbero usufruire.

Non è tollerabile che non si intervenga su tale situazione continuando ad opporre motivazioni di carattere burocratico che nulla hanno a che vedere né con il buon senso, né con il rispetto dei sacrosanti diritti dei cittadini, soprattutto di quelli diversamente abili.

Se tale situazione di malaburocrazia non verrà risolta nei prossimi giorni, siamo pronti, insieme ad alcuni rappresentanti di associazioni che si occupano dei diritti dei disabili, a provvedere noi stessi, nell’ambito di una manifestazione pubblica, alla cancellazione di tali strisce”.

E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente romano del Prc- Federazione della Sinistra, nonchè presidente del Consiglio del XVII Municipio.

 

MUNICIPIO XVII. NUOVE PENSILINE ATAC. BARBERA (PRC-FedSin): “I CITTADINI PROTESTANO”

9 giugno 2010 Lascia un commento
Articolo e foto  tratti da “RomaNotizie”  http://www.romanotizie.it           
                                                                                                                                                                                                  
Municipio XVII. Nuove pensiline ATAC. Barbera (PRC-FedSin): "I cittadini protestano"

 

Per fortuna che la sostituzione delle vecchie pensiline e l’installazione di quelle nuove accanto alle fermate degli autobus, da parte dell’Atac e del Comune di Roma, avrebbero dovuto rendere più confortevole l’attesa dell’utenza e incentivare l’uso del trasporto pubblico da parte della cittadinanza.

Queste erano state le motivazioni con le quali sia l’Assessore alla Mobilità del Comune di Roma che il presidente della Commissione consiliare alla mobilità del Comune di Roma avevano giustificato a suo tempo il nuovo piano pensiline che prevede l’installazione di ben 3.000 pensiline entro il 2012.

In realtà, le nuove pensiline stanno suscitando parecchie polemiche da parte dell’utenza che le ritiene, al di là dell’impianto di illuminazione foltovoltaico di cui sono dotate, poco utili in quanto rendono particolarmente difficoltosa, per il design, la possibilità sia di sedersi che di ripararsi dalle intemperie.

Le proteste maggiori arrivano proprio dalle persone “diversamente giovani”, ma non solo, che contestano la sostituzione delle vecchie pensiline che, impianto foltovoltaico a parte, erano oggettivamente più funzionali e comode delle nuove.

Sarebbe interessante conoscere il nome di quel genio che le ha progettate in quella maniera, con un “sedile” largo (si fa per dire!) quanto un palmo di una mano, e di coloro che, abusando della pazienza dell’utenza, già peraltro messa a dura prova dalla qualità del servizio erogato, hanno pensato bene di adottare tale modello. Nel nostro Municipio, molti cittadini si stanno già mobilitando, minacciando anche clamorose forme di protesta nei confronti di Atac e Comune di Roma”.

E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, presidente del Consiglio del XVII Municipio ed esponente del Prc- Federazione della Sinistra.

CASERME, BARBERA (PRC): «VANNO USATE PER SPAZI PUBBLICI E SOCIALI»

8 giugno 2010 Lascia un commento

Roma, 05 giu – «Siamo assolutamente contrari all’idea che le caserme che verranno trasferite al patrimonio comunale possano essere utilizzate per collocare funzioni di tipo urbano all’interno della città storica, come ad esempio la realizzazione di una sorta di polo della comunicazione o del design inopinatamente avanzata dalla presidente del nostro Municipio».

È quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, esponente romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

«Ciò di cui ha bisogno la nostra città, per recuperare la qualità della vita dei suoi abitanti – continua Barbera – è un decentramento vero delle funzioni di tipo urbano che oggi, purtroppo, si concentrano tutte nella parte centrale della nostra città producendo tanti disagi per l’intera cittadinanza. Per questi motivi auspichiamo che l’uso di tali ‘contenitori urbanisticì sia finalizzata a recuperare spazi pubblici e sociali e standard urbanistici (aree pedonali e verdi, parcheggi pubblici, ecc.) necessari a riqualificare realmente la nostra città». 

CASERME, SI UTILIZZINO PER IL TERRITORIO

8 giugno 2010 1 commento

Auspico che il protocollo d’intesa siglato dal Comune di Roma e dal Ministero della Difesa per la valorizzazione e l’alienazione delle caserme e di altri immobili militari non si traduca in un’ennesima operazione speculativa ai danni della città finalizzata a scaricare altre colate di cemento in quartieri già densamente edificati, ma si trasformi in una grande opportunità per recuperare spazi  sociali e culturali per la collettività e standard urbanistici (aree verdi e pedonali, parcheggi pubblici, ecc.)  in quelle zone consolidate da un punto di vista urbanistico, come appunto il Municipio Roma XVII, il cui sviluppo urbanistico è stato fortemente condizionato, in passato,  dalla rendita fondiaria.

Apprendiamo, infatti, che nel nostro territorio verranno alienate due  caserme storiche, coma la “Nazario Sauro” di Via Lepanto e quella di Via Angelico,  che potrebbero essere molto utili, se utilizzate adeguatamente,  per la riqualificazione di quella porzione di territorio. 

Sarebbe, invece, imperdonabile se tale operazione si traducesse  in un’operazione economica e finanziaria  portata avanti dalla pubblica amministrazione semplicemente per fare ‘cassa’.

Quello che spaventa, infatti,  è proprio il termine di  ‘valorizzazione’ che  in tema di progetti urbanistici, spesso,  ha fatto rima con quello di speculazione.

PULLMAN TURISTICI , BARBERA (PRC-FED. SINISTRA):”FUORI DALLA CITTA’ STORICA”

5 giugno 2010 Lascia un commento

testo e foto tratti da “RomaNotizie”

http://www.romanotizie.it

PULLMAN TURISTICI , BARBERA (PRC-FED. SINISTRA):"FUORI DALLA CITTA' STORICA"

“Quello dei pullman turistici è un problema serio, soprattutto per i municipi centrali come il nostro, in quanto tali mezzi contribuiscono in maniera determinante ad alimentare traffico ed inquinamento atmosferico e acustico nella nostra città. Non capisco per quale motivo non si possano individuare punti sosta al di fuori della parte più centrale della città, in prossimità dei nodi di scambio situati nella parte più periferica della città, come avviene in altri paesi europei. Ciò anche in considerazione del fatto che i luoghi di interesse turistico sono tutti facilmente accessibili tramite i mezzi di trasporto pubblico. La verità è che non c’è il coraggio politico di prevedere una regolamentazione più restrittiva e più favorevole alla città stessa. D’altronde, anche nel nostro Municipio, gli altri partiti della maggioranza di centrosinistra si sono rifiutati di condurre insieme a noi una battaglia per chiedere l’eliminazione dei punti sosta previsti, all’interno del nostro territorio, dal nuovo regolamento comunale riguardante la circolazione dei bus turistici, come invece hanno meritoriamente fatto altri municipi di centrosinistra”.

E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente romano del Prc- Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.

Comunicato stampa – editor: Claudio Gnessi

SCUOLA, BARBERA (PRC): VERGOGNOSA CARICA CONTRO MAESTRE

1 giugno 2010 Lascia un commento

(OMNIROMA) Roma, 31 mag – «È vergognoso quanto sta accadendo in questa città. La carica della polizia nei confronti delle lavoratrici degli asili nido e delle scuole materne impegnate fin da questa mattina in un presidio di protesta, in via del Tempio di Giove, contro la Giunta Alemanno per i problemi inerenti l’organizzazione del servizio e del personale, rappresenta un segnale molto pericoloso che la dice »lunga« su come tale amministrazione intenda risolvere per il futuro i problemi riguardanti i propri lavoratori e le disfunzioni del servizio pubblico».

È quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, esponente romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio: «Esprimo forte preoccupazione per tutto ciò, anche in considerazione del fatto che tale amministrazione, nel penalizzare le condizioni di lavoro delle suddette lavoratrici e nel ridurre i finanziamenti alle strutture comunali, sta progressivamente peggiorando la qualità del servizio erogato, favorendo solamente le strutture private con pesanti disagi per l’intera utenza». red 311626 mag 10