Home > Uncategorized > ROMA-CASTEL SANT’ANGELO, Giovanni BARBERA(PRC-FDS): “CHIEDIAMO L’IMMEDIATO INTERVENTO DEL SEGRETARIATO GENERALE”

ROMA-CASTEL SANT’ANGELO, Giovanni BARBERA(PRC-FDS): “CHIEDIAMO L’IMMEDIATO INTERVENTO DEL SEGRETARIATO GENERALE”

foto e testi tratti da “Roma Regione”  (www.romaregione.net)
» by Redazione
 

ROMA-Castel Sant’Angelo

Roma- 24 novembre 2010-”Chiediamo l’immediato intervento del Segretariato generale del Comune di Roma per bloccare la delibera della Giunta del XVII Municipio con la quale si autorizza un punto ristoro  e l’ennesimo mercatino  dinanzi a Castel Sant’Angelo, un luogo di forte attrazione turistica all’interno di un’area di pregio vincolata dalla sopraintendenza ai beni culturali. Un provvedimento che rischia di danneggiare una delle aree più importanti della nostra città destinandola ad attività commerciali che nulla hanno a che fare con la cultura, almeno quella con  la “C” maiuscola. Infatti, con la scusa di realizzare una biblioteca all’aperto, dotata di appena 600 libri (numero, peraltro, fortemente aumentato dopo le nostre proteste),  si autorizzano per tre anni una serie di attività commerciali molto invasive, come il punto ristoro e il mercatino quotidiano, nel quale, accanto ai libri, si venderanno le solite ‘cianfusaglie’ che caratterizzano gran parte di tali spazi commerciali. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, esponente del Prc-Federazione della Sinistra  e presidente del Consiglio del XVII Municipio.”Una ennesima furbata – conclude Barbera – in quanto il Municipio non ha la competenza per autorizzare tali attività in quell’area, essendo queste di interesse prettamente cittadino, come previsto dal regolamento del decentramento. Ma quello che sconcerta è anche il fatto che nella delibera si preveda già che l’autorizzazione triennale delle suddette attività possa essere prolungata per altri tre anni senza il  bando pubblico. Una formula assai poco trasparente  che non ha nessuna giustificazione dal punto di vista amministrativo, se non quella di eludere il termine massimo previsto  per le concessioni di  occupazione di suolo pubblico, pari a tre anni”.”Il provvedimento – conclude Barbera  – così come è stato concepito è finalizzato solamente a rispondere agli interessi di quei pochi soggetti privati che, tramite un intreccio di società e associazioni,  monopolizzano con enormi guadagni  questo tipo di iniziative, occupando importanti e storiche piazze della nostra città. Siamo pronti a mobilitarci con tutte le associazioni di cittadini che hanno a cuore la tutela del nostro immenso patrimonio storico e culturale”.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: