Home > Uncategorized > ACEA, BARBERA (PRC): «IN MUNICIPIO XVII CAMPAGNA AUTORIDUZIONE

ACEA, BARBERA (PRC): «IN MUNICIPIO XVII CAMPAGNA AUTORIDUZIONE

(OMNIROMA) Roma, 19 MAR – «La giunta Alemanno, dopo quattro anni di amministrazione fallimentare della città, si appresta a dare il ‘colpo finalè alle famiglie romane con la presentazione di un bilancio previsionale ‘lacrime e sanguè che prevede non solo 800 milioni di tagli in tutti i settori, aumento dell’imposizione fiscale, ma anche la privatizzazione del 21% del capitale di Acea posseduto dall’Amministrazione comunale di Roma. Una scelta molte grave che è in netto contrasto con l’esito del referendum del 12 e 13 giugno scorso che ha stabilito non solo la ripubblicizzazione dell’acqua, ma anche che su tale bene comune non si possano fare profitti. Finora solo l’amministrazione comunale di Napoli ha rispettato la volontà popolare costituendo l’azienda speciale ‘Acqua Bene Comunè».

È quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio: «Oggi, la Giunta Alemanno, per ‘fare cassà, dopo i danni di ‘parentopolì e della sua mala gestione amministrativa, assume la decisione di svendere una parte del proprio capitale investito in Acea, calpestando l’esito referendario. Per questi motivi, nel XVII Municipio, in maniera analoga a quanto sta avvenendo in altre zone di Roma, sosterremo la campagna di obbedienza civile avviata sul territorio nazionale dal Forum Italiano dei movimenti per l’Acqua per l’autoriduzione della bolletta del servizio idrico. Da sabato prossimo, saremo in piazza con i nostri militanti per spiegare i contenuti della campagna e per distribuire il modello di diffida/reclamo che gli utenti dovranno inviare all’Acea. Con il suddetto modello, i cittadini potranno informare l’Acea della decurtazione che verrà applicata sulla propria bolletta, pari alla componente riguardante la remunerazione del capitale investito, e potranno richiedere il rimborso per la percentuale già versata nei periodi successivi al 20 luglio 2011. Rammentiamo che la Corte Costituzionale ha ribadito, nella stessa sentenza di ammissione dei quesiti referendari, che la ‘normativa residua è immediatamente applicabilè e ‘non presenta elementi di contraddittorietà»

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: