Home > Uncategorized > ROMA CAPITALE, BARBERA (PRC): SENZA AREA METROPOLITANA RIFORMA GIÀ MORTA

ROMA CAPITALE, BARBERA (PRC): SENZA AREA METROPOLITANA RIFORMA GIÀ MORTA

OMNIROMA) Roma, 05 MAR – «Condividiamo la richieste che stanno pervenendo da più parti di una rivisitazione complessiva del testo del secondo decreto attuativo della riforma di Roma Capitale affinché contempli una riforma più complessiva e più equilibrata di quella che si sta delineando. La riforma di Roma Capitale senza l’istituzione dell’Area Metropolitana prevista dalla legge n.142/90 e il contestuale riconoscimento dell’autonomia di bilancio e amministrativa ai municipi romani, da trasformare in veri e propri comuni, rischia di tradursi in semplice operazione di accentramento di poteri al Campidoglio a discapito della Regione Lazio e dello stesso decentramento municipale, con tutte le logiche conseguenze per gli interessi dei cittadini che vivono a Roma e nel suo hinterland. La verità è che molti problemi che affliggono la nostra città, come i trasporti, lo sviluppo urbanistico e altri, non possono essere affrontati efficacemente senza il coinvolgimento di tutti quei comuni limitrofi che, per motivi di carattere economico, sociale e urbanistico, sono ormai strettamente legati alla Capitale. Proprio per questi motivi c’è l’esigenza di istituire un livello di governo, che assorba le funzioni della Provincia e parte delle funzioni di interesse sovracomunale proprie dei singoli Comuni che faranno parte all’area metropolitana, per occuparsi dei cosiddetti problemi di area vasta, garantendo e ampliando, però, nel contempo, quelle forme di autogoverno delle singole comunità locali per tutto ciò cha attiene al resto». È quanto dichiara, in una nota, Giovanni Barbera, presidente del Consiglio del XVII Municipio ed esponente del Prc-Federazione della Sinistra.

«Dover insistere – conclude Barbera – sulla originaria impostazione della riforma di Roma Capitale, tutta incentrata sul rafforzamento delle competenze del Campidoglio all’interno degli attuali confini del Comune di Roma, significherebbe varare una riforma già morta che rischia solamente di accentrare alcuni poteri nelle mani di un super sindaco e di una super giunta al servizio dei poteri forti della città, senza risolvere i problemi di quell’agglomerato urbano che va ben oltre i confini amministrativi della nostra città. Per questi motivi crediamo che sia importante la proposta lanciata mesi fa di convocare al più presto una conferenza metropolitana con tutti i soggetti che dovrebbero essere coinvolti nel processo di istituzione dell’Area metropolitana, quali la Provincia e il Comune di Roma, i municipi romani e i comuni della provincia, per iniziare a discutere seriamente di tutto ciò e aprire il confronto su tali temi con il Governo Monti».

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: