Home > Uncategorized > ROMA CAPITALE, BARBERA (PRC):«RIFORMA CHE OSTACOLA NASCITA CITTÀ METROPOLITANA

ROMA CAPITALE, BARBERA (PRC):«RIFORMA CHE OSTACOLA NASCITA CITTÀ METROPOLITANA

(OMNIROMA) Roma, 06 APR – «Non comprendiamo le grida di gioia che si stanno levando da più parti per l’approvazione del secondo decreto di Roma Capitale. Da quello che emerge, la riforma di Roma Capitale nasce già morta per i limiti già ampiamente messi in evidenza nei mesi scorsi. Tale riforma, per come è stata concepita, non permette di fornire strumenti adeguati per affrontare con efficacia gli innumerevoli problemi che affliggono la nostra città e il suo hinterland e che vanno, appunto, affrontati su scala più ampia. Il rafforzamento dei poteri di governo della città delineato dalla riforma di Roma Capitale rimane, infatti, circoscritto nei confini amministrativi del Comune di Roma e non si estende a quell’area urbana circostante, rappresentata dai comuni limitrofi, che, ormai, costituisce un tutt’uno con la città di Roma. In questo modo, il nuovo ente territoriale denominato »Roma Capitale«, seppure provvisorio, si configura come un corpo separato ed estraneo al suo hinterland su tutti i temi più importanti che riguardano le condizioni materiali di vita e di lavoro di coloro che vivono e lavorano nell’area metropolitana: assetto del territorio, trasporto pubblico, emergenza abitativa, ambiente e sviluppo economico».

È quanto dichiara, in una nota, Giovanni Barbera, presidente del Consiglio del XVII Municipio e membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra.

«È vero – prosegue Barbera – che la disciplina contenuta negli articoli 23 e 24 della legge n. 42/2009 è dichiaratamente transitoria in quanto prevede che Roma Capitale sia solo un passaggio istituzionale per arrivare alla costituzione della più ampia Città Metropolitana di Roma. Ma è anche vero che tale trasformazione potrebbe risultare alquanto problematica per diverse ragioni. Una è legata ai nuovi poteri attribuiti a Roma Capitale che determinerà inevitabilmente un problema di equilibrio con gli altri comuni della Provincia e con gli altri enti territoriali, compresa la stessa Regione Lazio. L’altro motivo scaturisce dal fatto che tale trasformazione è subordinata, a differenza delle altre Città Metropolitane, ad un accordo preventivo tra la Provincia e la stessa Roma Capitale che rendono ulteriormente problematico il superamento del regime transitorio previsto dalla Legge 42/2009, con il rischio di impedire l’attuazione della Città metropolitana di Roma e quindi l’estensione dei nuovi poteri all’intera area vasta della città. Non va poi sottovalutato il fatto che l’accentramento sul Comune di Roma Capitale di una serie di funzioni e poteri potrebbe non solo determinare un pesante squilibrio rispetto alle altre aree territoriali della Regione Lazio, ma addirittura mettere in discussione il ruolo stesso della Regione Lazio e quel sistema di controlli e vincoli istituzionali sull’attività amministrativa del Comune di Roma, previsti dalla normativa vigente». «Il Comune e la Provincia di Roma – conclude Barbera – avrebbero potuto, in maniera molto più utile, avviare fin da subito l’iter istitutivo per la costituzione della Città Metropolitana secondo il percorso previsto dalla stesse legge 42 del 2009. Ora rischiamo che i danni per la città, intesa come are vasta, siano maggiori dei vantaggi e che il passaggio alla Città Metropolitana venga ulteriormente ostacolato».

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: