Home > Uncategorized > IMU: BARBERA (PRC-FDS), NASCE A ROMA COMITATO PER L’ABROGAZIONE

IMU: BARBERA (PRC-FDS), NASCE A ROMA COMITATO PER L’ABROGAZIONE

(AGENPARL) – Roma, 11 mag – “Nasce anche a Roma, grazie all’impegno di alcuni cittadini, il comitato contro l’IMU , uno dei balzelli più odiosi perché colpisce in modo diseguale chi ha un immobile adibito a prima casa, su cui spesso paga già gli interessi e il mutuo, e chi invece degli immobili ne ha fatto un investimento di tipo speculativo. L’IMU non va alleggerita, né lasciata ai Comuni, come suggeriscono alcune forze politiche, ma va proprio abolita tout court, senza ”se” e senza “ma”. Noi pensiamo che non si risolvano i problemi del bilancio dello Stato con una tassa, come l’IMU, che penalizza soprattutto le fasce più deboli della popolazione, in quanto non è progressiva e colpisce anche coloro che sono proprietari di immobili adibiti a propria abitazione. È necessaria invece una imposta pesante sui grandi patrimoni, non solo immobiliari, a partire dagli 800mila euro. Con una patrimoniale simile, oltre a riaffermare e ristabilire un principio di equità sociale, si avrebbe anche un introito immediato e cospicuo, pari a circa 20 miliardi di euro, con i quali finanziare la spesa sociale” E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio.
“Riteniamo – continua Barbera – che tale imposta, oltre che essere un “salasso” per le famiglie meno abbienti, sia anche illegittima sotto svariati profili costituzionali. In particolare, a nostro giudizio, tale imposta è in contrasto con gli articoli 47 e il 53 della nostra Costituzione. Il comma 2 dell’articolo 47 prevede che Stato favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese, mentre il 1° comma dell’art. 53 recita che “tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”.  Per questi motivi e per altre presunte illegittimità, il suddetto Comitato fornirà consulenza ai cittadini per avviare ricorsi presso le Commissioni Tributarie e la Corte Costituzionale e sosterrà una petizione popolare da inviare direttamente al governo su cui lanciare una campagna informativa di massa contro tale imposta”.

Annunci
  1. Anne Van Lierde
    14 maggio 2012 alle 13:15

    COMBATTIAMO E LOTTIAMO CONTRO L’INEQUITÀ TRIBUTARIA IMPOSTA DAL GOVERNO DI SUPER MONTI. L’UNIONE FA LA FORZAAAAAAA!!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: