Home > Uncategorized > CIVILTA’ O BARBARIE, MANDIAMO A CASA CHI CI VUOLE SCHIAVI DELLE OLIGARCHIE FINANZIARIE

CIVILTA’ O BARBARIE, MANDIAMO A CASA CHI CI VUOLE SCHIAVI DELLE OLIGARCHIE FINANZIARIE

* Nota di Giovanni Barbera – martedì 24.07.2012

Ve le ricordate le promesse di Monti quando varò, alcuni mesi fa, vezzeggiato  e coccolato da  tutta la stampa di regime,  i decreti “Salva-Italia” e “Cresci-Italia”? Ve le ricordate le manifestazioni di gioia degli italiani che pensavano che essersi liberati dal Caimano significasse una nuova era di benessere economico e sociale? Illusioni che si spensero con i primi provvedimenti assunti dal governo Monti  in  linea con quelli del governo precedente, ma con la novità che questa volta il “massacro sociale” veniva sponsorizzato anche da una parte del centrosinistra, con il PD in testa. Mesi che sembrano anni e sacrifici di tanti che si sono vanificati velocemente come neve al sole. Dopo l’innalzamento dello spread a 516, il crollo della produzione e dell’occupazione e un Paese ormai stremato dai tagli imposti dai governi Berlusconi e Monti, l’unica cosa dignitosa che Lor Signori possono fare è quella di rassegnare le loro dimissioni e permetterci di andare finalmente alle urne  per decidere liberamente del nostro futuro.Finora le ricette liberiste, fortemente  sponsorizzate dalla Troika europea e imposte dalle tecnocrazie europee,  ci hanno portato sull’orlo del  baratro, come è avvenuto per altri paesi europei, come la Grecia. Altro che rilancio del Paese e riduzione del debito pubblico!

Siano gli italiani e gli europei a decidere del loro destino. Questa volta non si può sbagliare. La scelta è tra che vuole continuare a ingrassare le oligarchie economiche  che governano i mercati finanziari e mettono in difficoltà gli stati sovrani e chi vuole fin almente cambiare registro, riaffermando la sovranità dei popoli europei sui mercati e sulle consorterie economiche che condizionano il mondo.

 In questa terribile crisi economica, gli unici Paesi che riescono a garantire livelli di crescita economica, in alcuni casi anche sostenuta, sono quelli che mantengono un forte controllo pubblico sulla loro economia e sulla lloro moneta.

Facciamo in modo che, questa volta, nessuno possa dire di non aver capito la posta in palio alle prossime elezioni politiche: Civiltà o Barbarie!!!

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: