Home > Uncategorized > ROMA: BARBERA (PRC-FDS), DOPO IL LAZIOGATE COUNTDOWN ANCHE PER ALEMANNO?”

ROMA: BARBERA (PRC-FDS), DOPO IL LAZIOGATE COUNTDOWN ANCHE PER ALEMANNO?”

(AGENPARL) – Roma, 26 set – “Dopo il Lazio-gate, si avvicina finalmente anche il Roma-gate? E’ questo quello che si stanno domandando ormai in molti, dopo l’ennesimo colpo di scena che coinvolgerebbe ancora una volta il sistema di potere costruito in questi anni all’ombra del Campidoglio, grazie ai legami tra vecchi e nuovi camerati. Una nuova bufera che si abbatte violentemente sul Campidoglio. Se fosse vera la notizia che sta circolando in queste ore che vedrebbe l’amministratore delegato di Eur Spa, Riccardo Mancini, uomo vicinissimo al sindaco Alemanno, coinvolto insieme ad altri nella scottante inchiesta che la Procura di Roma sta conducendo su una presunta maxi-tangente pagata per l’acquisto di 40 bus da parte del Campidoglio nel 2009, saremmo veramente vicini al countdown finale per la Giunta Alemanno e per la sua mala gestione. Le responsabilità politiche della Giunta Alemanno per quanto sta accadendo a Roma, colpita da scandali e inchieste giudiziarie, sono ormai veramente troppe”.
E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.
“Ricordiamo – continua Barbera – che Riccardo Mancini, che ha avuto un ruolo importantissimo per il sindaco, sia nella campagna elettorale del 2006 che del 2008, è uno degli uomini chiave dell’amministrazione di Gianni Alemanno, collocato proprio dal sindaco alla guida dell’Eur Spa, società controllata dal Campidoglio e dal ministero dell’Economia, che vanta un patrimonio immobiliare da favola per centinaia di milioni di euro. Anche Mancini, come molte altre figure collocate nei punti chiave dell’amministrazione comunale e delle società partecipate, proviene da quel turbolento mondo dell’estrema destra romana. Secondo quanto pubblicato tempo fa dall’Espresso, Mancini è stato molto vicino ai camerati di Avanguardia nazionale Stefano Delle Chiaie e Adriano Tilgher, tanto da essere processato e condannato a un anno e nove mesi per violazione della legge sulle armi. Non sappiamo come andrà finire questa nuova inchiesta della Procura di Roma, ma una cosa è certa che in caso di dimissioni, che continuiamo a chiedere con forza, gli sarà molto complicato giocare il ruolo di “azzeratore”, come in queste ore sta tentando furbescamente Renata Polverini”.

Annunci
  1. CARMINE BARBARO
    26 settembre 2012 alle 21:46

    E’ giusto informare la gente di queste porcherie,ma sarebbe giusto parlare anche e sopratutto dell’ESM o MES,una ulteriore istituzione europea nata per gestire i fondi salvastato con poteri sovranazionali con tutele assolute,con la possibilita’ di far lievitare il limite degli iniziali 125 miliardi a propria discrezione e a cui non ci si puotra’ opporre in nessunissima maniera.Ma questo per VOI non e’ importante,sono importanti le fregnacce dei politici italianiladri e malfattori piu’ del destino dell’Italia e del lavoro in Italia.Non sento nessuno del PRC che parli di cosa succede in Europa veramente!!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: