Home > Uncategorized > STUDENTI: BARBERA (PRC-FDS), POLIZIA ITALIANA COME QUELLA GRECA?

STUDENTI: BARBERA (PRC-FDS), POLIZIA ITALIANA COME QUELLA GRECA?

(AGENPARL) – Roma, 05 ott – “Siamo veramente esterrefatti dalle immagini che su internet documentano il comportamento delle forze dell’ordine nei confronti degli studenti, oggi, in piazza. Una violenza inaccettabile contro semplici ragazzi, alcuni dei quali appena adolescenti e che manifestavano per la prima volta. Una violenza che ricorda quella tristemente nota della polizia greca, impegnata da una parte a reprimere violentemente le manifestazioni di piazza, ma dall’altra a proteggere con i guanti di velluto i nazisti di Alba dorata, liberi di scorrazzare e di seminare il terrore nelle città greche”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.
“Dispiace – continua Barbera – ma questa è, purtroppo, l’immagine che ci viene in mente, vedendo l’atteggiamento particolarmente violento che è stato tenuto nei confronti degli studenti che oggi manifestavano in piazza il loro disagio per un futuro incerto. Atteggiamento molto diverso da quello tenuto nei confronti degli studenti del Blocco studentesco, ai quali è stato addirittura permesso di ‘violare’ l’altare della Patria e di esporre con tutta tranquillità una gigantografia di Monti “vampirizzato”. Insomma, ancora una volta, due “pesi” e due “misure” che ci lasciano semplicemente attoniti. Siamo molto preoccupati di come si è voluto gestire, anche oggi, l’ordine pubblico in piazza. Così come siamo preoccupati per l’anomala tolleranza che, da tempo denunciamo, nei confronti delle reiterate provocazioni e violenze che provengono dai militanti di estrema destra. Chiediamo spiegazioni al Ministro degli interni e al capo della Polizia di tale anomalo comportamento che richiama le pagine più buie della nostra storia, ma facciamo anche un appello ai tanti lavoratori democratici presenti nelle forze di polizia, a tutti i livelli, affinché prendano le distanze da ordini e comportamenti discutibili che violano i nostri principi costituzionali”.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: