Home > Uncategorized > SANITÀ, BARBERA (PRC-FDS): «SI CHIUDONO SERVIZI, MA SI ALIMENTA SOTTOBOSCO»

SANITÀ, BARBERA (PRC-FDS): «SI CHIUDONO SERVIZI, MA SI ALIMENTA SOTTOBOSCO»

(OMNIROMA) Roma, 12 OTT – «Siamo fortemente preoccupati per il taglio dei servizi sanitari a Roma che indebolirà ulteriormente il diritto alla salute dei nostri cittadini. Basti pensare che nel territorio di competenza dell’Asl Rm E che comprende i municipi XVII, XVIII, XIX e XX, oltre alla prevista chiusura del poliambulatorio di Via San Tommaso D’Aquino, sono previste, sempre entro il 31 dicembre, anche la chiusura delle strutture di Via S. Evaristo e di via Motta Visconti. Quest’ultimo, in particolare, copre un’area molto vasta di Roma nord che comprende le zone di Palmarola, Selva candida e Selva nera. Oltre a ciò ci viene segnalato anche la chiusura dell’importante servizio di pediatria infantile presso il consultorio di S. Maria della Pietà a Monte Mario e la dismissione, di fatto, sempre nella stessa struttura, del servizio di assistenza sanitaria per gli stranieri temporaneamente presenti nel nostro territorio nazionale». È quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

«Una situazione intollerabile – continua Barbera – che potrà solo peggiorare con gli ulteriori tagli alla sanità, pari a 600 milioni di euro, previsti dal Parlamento con la legge di stabilità. Tutto ciò, mentre si registrano però anche molti sprechi nella gestione amministrativa delle aziende sanitarie locali, tra cui anche la stessa Asl RM E, che più volte è assurta alle cronache locali per episodi molto discutibili. Consulenze esterne, incarichi fiduciari, collaborazioni ad personam e aumenti delle indennità per i dirigenti e gli amministratori lottizzati, sono gli strumenti con i quali si continuano a sottrarre, in maniera molto poco trasparente, ingenti risorse ai servizi pubblici per alimentare quel »sottobosco« di una certa politica che predica bene, ma razzola molto male. Parliamo di quell’intreccio di interessi trasversali, anche economici, che ha poco a che fare con gli ideali di cui si dovrebbe nutrire la politica, almeno quella nobile con la ‘P’ maiuscola, ma di cui invece si nutre una parte importante del nostro sistema politico, condizionando pesantemente il funzionamento delle nostre istituzioni. È arrivata l’ora di fare piena luce su tutti questi aspetti che inquinano la gestione dei servizi pubblici e che trasfomano la politica in gestione dell’interesse privato piuttosto che quello pubblico».

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: