Home > Uncategorized > SANITA’, BASTA CON I TAGLI E CON I FURBETTI DEL QUARTIERINO

SANITA’, BASTA CON I TAGLI E CON I FURBETTI DEL QUARTIERINO

Tagli alla sanitàNel Lazio e a Roma, il PD cerca di cavalcare le proteste  sulla sanità che si stanno sviluppando in queste settimane, a causa dei pesanti tagli voluti dal governo Monti, tramite il commissario straordinario Bondi. Basta leggere sui giornali le roboanti dichiarazioni di questi giorni di alcuni suoi esponenti nazionali e locali che giocano a fare i “rivoluzionari”, come se non fossero loro a sostenere, insieme al PDL e all’UDC, il governo Monti, responsabile di questa “mattanza” sociale. Evidentemente, le elezioni che si avvicinano producono anche questi strani  fenomeni, per i quali i responsabili dello smantellamento della sanità pubblica tentano di accreditarsi tra i cittadini come i “salvatori” della Patria.

D’altronde, proprio in questi giorni, il PD si appresta a votare, insieme alla maggioranza politica che sostiene il governo Monti,  la Legge di Stabilità che prevede 600 milioni di ulteriori tagli alla spesa sanitaria per il 2013 e un miliardo di euro di tagli per quella del 2014. Tagli che si ripercuoteranno sui servizi sanitari erogati, cumulandosi con quelli già subiti dal nostro sistema sanitario.

Altro che eliminazione di sprechi e inefficienze,  i tagli finora operati sono andati  a colpire proprio  le prestazioni erogate ai cittadini, colpendo quel diritto alla salute, già fortemente penalizzato dai tagli precedenti. Basti pensare che solo nel Lazio il provvedimento di razionalizzazione della spesa sanitaria prevede un taglio di circa 2.000 posti letto. Nel frattempo, però, sprechi e ruberie  continuano ad essere perpetrati come se nulla fosse, con buona pace di coloro che continuano a fare l’apologia delle politiche di austerity in Parlamento  e con i “mercati” e i demagoghi  con i cittadini che  subiscono i danni da tali politiche.

Annunci
  1. elisabetta canitano
    15 dicembre 2012 alle 07:22

    gentile Barbera, il PD è fatto anche dai suoi militanti che in questi anni hanno lavorato nel servizio sanitario regionale con fatica e perserveranza, e che lo difendono conoscendone bene i problemi. Non mi sembra corretto questo attacco frontale. Noi siamo qui, vicini da sempre ai cittadini e ai lavoratori, cittadini e lavoratori anche noi. Il PD non è un’entità astratta, è la rappresentanza di un gran numero di persone. Sarebbe meglio ricordarselo, ogni tanto. Con buona pace della demagogia…

  2. giovanni barbera
    16 dicembre 2012 alle 01:24

    Gentile Sig.ra Canitano, il PD sarà anche fatto da molti militanti seri e che condividono le preoccupazioni per i tagli alla sanità pubblica, ciò non toglie il fatto che i suoi gruppi dirigenti hanno grandi responsabilità per tutto ciò, visto che quei tagli li hanno approvati in Parlamento o nei Consigli regionali. Mi dispiace, ma la demagogia è proprio di chi tenta di accreditarsi come difensore della sanità pubblica, quando poi, in Parlamento o nei Consigli regionali, vota per ridurre le risorse a tale settore. Non crede???

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: