Home > ANTIFASCISMO, SCUOLA > SHOA, BARBERA(PRC): “PAROLE INDEGNE CHE OFFENDONO TUTTI I ROMANI”

SHOA, BARBERA(PRC): “PAROLE INDEGNE CHE OFFENDONO TUTTI I ROMANI”

auschwitzRoma, 5 apr 2013  “In rappresentanza del Consiglio del Municipio Roma XVII, territorio in cui sorge il Liceo Caravillani, esprimo la solidarietà nei confronti  della studentessa  di religione ebrea che è stata gravemente offesa da una vergognosa frase pronunciata dalla sua professoressa che evocava il campo di sterminio di Auschwitz. Siamo veramente  sconcertati per questo grave episodio di antisemitismo che è trapelato solo oggi e che ha coinvolto un istituto scolastico del nostro municipio. Quelle parole indegne non hanno offeso solo la studentessa, ma tutti i romani ”. E’ quanto afferma Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano  del Prc e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.  “Un fatto molto grave – continua Barbera – che non va assolutamente minimizzato, come sembrerebbe fare la preside della scuola, anche perché le parole con le quali la professoressa si sarebbe giustificata e secondo le quali Auschwitz era un posto in cui regnava l’ordine, fanno ancora più orrore  della frase espressa nei confronti della ragazza. L’unica nota positiva della vicenda  è la positiva reazione degli altri studenti che hanno subito solidarizzato con la ragazza, dimostrando una maturità e una coscienza democratica superiore alla loro docente. Chiederò alla Giunta del Municipio di organizzare un’iniziativa per premiare quei ragazzi e per evitare che episodi simili possano cadere nell’oblio”

Annunci
  1. pd valdengo
    5 aprile 2013 alle 14:25

    L’ha ribloggato su .

  2. Silvia
    5 aprile 2013 alle 15:17

    Dire ad una studentessa ebrea: “Ad Auschwitz saresti stata più attenta”, meritava una sola risposta: “Certo, a sopravvivere”! Magari rivolgendo all’insegnante uno di quei appellativi con cui spesso i giovani definiscono i loro professri.

  3. Gufy
    5 aprile 2013 alle 21:05

    Capirai che offesa! Ma per piacere và.
    Sarebbe meglio occuparsi delle STRAGI che avvengono ogni giorno in Terra di Palestina, rigorosamente OCCUPATA e violentata da questa “brava gente”.

    • giovanni barbera
      6 aprile 2013 alle 12:46

      Noi ci occupiamo sia della sacrosanta lotta del popolo palestinese che dell’antisemitismo. I due fenomeni non sono assolutamente in contraddizione, almeno per chi si professa di “sinistra”! Così come facciamo, per fortuna, differenza tra le responsabilità del governo israeliano per quello che accade in Palestina e quella delle persone di religione ebrea. In caso contrario, si rischia di sconfinare nel razzismo!

  4. red
    6 aprile 2013 alle 13:51

    gufy, VERGOGNATI!!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: