Home > INTERNAZIONALISMO, QUESTIONI INTERNAZIONALI > SIRIA: SE VUOI LA PACE, PREPARA LA PACE

SIRIA: SE VUOI LA PACE, PREPARA LA PACE

ObamaRoma, 29 agosto 2013 – Rullano i tamburi di guerra nel Mediterraneo. Usa e Gran Bretagna si preparano all’ennesima avventura militare, calpestando il diritto internazionale, senza neanche preoccuparsi di ottenere quell’avallo dell’Onu che, spesso,  in passato, aveva rappresentato la “foglia di fico” per spacciare le aggressioni militari come operazioni di polizia internazionale.

Questa volta l’obiettivo è la Siria, paese ampiamente martoriato da una guerra civile che ha già provocato tanti morti tra la popolazione. Guerra civile che è stata drammaticamente alimentata, con finanziamenti e armi ai gruppi legati al terrorismo islamico, proprio da coloro che oggi si ergono a paladini dei diritti umani.

Con la scusa di punire i responsabili della carneficina dei bambini ammazzati dai gas tossici, sparati non si sa ancora da chi,  Usa e Gran Bretagna si apprestano a bombardare un paese già allo stremo per la sanguinosa guerra civile.  Quelli che oggi fingono di commuoversi per la strage di quei bambini avvelenati dai gas letali sono gli stessi che, già due anni fa, avevano accuratamente pianificato l’invasione della Siria.

Le prove di ciò sono inconfutabili e furono rese note già nel marzo 2012  proprio da  WikiLeaks con la pubblicazione sul proprio sito di un documento riservato degli Usa, nel quale si riportavano i contenuti di una riunione tenutasi nel 2011 al Pentagono. Dalla lettura di quel documento riservato, ancora oggi pubblicato dal suddetto sito, si evince chiaramente che le forze Usa erano già da tempo “sul terreno” in Siria per destabilizzare quel paese  e trasformarlo in un mattatoio, con lo scopo di provocare un  “intervento umanitario”.  Insomma, quello che sta accadendo oggi in Siria non può essere considerato  né casuale, né qualcosa di nuovo, visto che la “strategia” utilizzata dagli Stati Uniti  è la stessa già impiegata in passato in Libia e in altri paesi.

Rischiamo di trovarci ancora una volta ad assistere ad una brutale guerra costruita sulle menzogne, dietro alle quali si celano – come sempre in questi casi – interessi economici e geopolitici ben precisi. Una guerra che aggraverà ancora di più la tragedia umanitaria che sta già vivendo la popolazione siriana a causa del sanguinoso conflitto civile, alimentato ad arte proprio da coloro  che oggi si apprestano, con altri bombardamenti sulla popolazione civile, a imporre il loro “intervento umanitario”.

Purtroppo, come sempre, a pagare il prezzo delle guerre è la popolazione civile e già troppo sangue innocente è stato versato in Siria.  Secondo un rapporto dell’Onu,  dall’inizio del conflitto sarebbero state uccise oltre 100 mila persone, tra i quali anche migliaia di donne e bambini innocenti.

Obama, già con le mani sporche di sangue delle vittime innocenti di altri conflitti, non da meno di coloro che si sono resi responsabili delle atrocità commesse in questi anni in Siria, rischia di macchiarsi anche di questo crimine contro l’umanità, ricalcando le orme del suo predecessore Bush. Ciò a testimonianza del fatto che negli Usa cambiano i presidenti, ma non la loro politica estera,  mentre il resto dell’Occidente, quando non è direttamente complice di tali crimini, come nel caso della Gran Bretagna e della Francia,  tace vergognosamente.

Noi non ci stiamo ad assistere in silenzio all’ennesima mattanza firmata dalle potenze occidentali che allontana la possibilità di risolvere pacificamente il conflitto che da due anni insanguina la Siria. Già troppi danni sono stati fatti dall’Occidente in quel delicato quadrante del mondo. Pertanto, chiediamo a tutti quanti di mobilitarsi contro l’intervento militare di Usa e Gran Bretagnaaffinché cessino le ingerenze dei paesi stranieri in Siria e si lavori concretamente per ripristinare la pace in quelle terre martoriate.

G.B.

FIRMA E FAI FIRMARE –>  PETIZIONE ON LINE CONTRO LA GUERRA IN SIRIA 

Primi  firmatari:

Stefano Rodotà, Maurizio Landini, Maso Notarianni, Marcello Guerra, Cecilia Strada, Christian Elia, Fiorella Mannoia, Alessandro Gilioli, Alessandro Robecchi, Massimo Torelli, Guido Viale, Marco Revelli, Frankie HI-NRG MC, Stefano Corradino, Raniero la Valle e Luciana Castellina

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: