Home > DIRITTI CIVILI, ROMA CAPITALE E MUNICIPI, WELFARE > ROMA: SUI DIRITTI UMANI, MARINO COME ALEMANNO”

ROMA: SUI DIRITTI UMANI, MARINO COME ALEMANNO”

sgombero campo nomadiRoma, 12 sett 2013 – “E’ inaccettabile quanto successo oggi al campo nomadi di Via Salviati con uno sgombero che ancora una volta è stato effettuato senza il rispetto delle procedure e delle garanzie previste dalle normative internazionali. Sinceramente dalla Giunta Marino ci saremmo aspettati ben altro.  Scopriamo, invece, con molta amarezza, che sui diritti umani dei rom il sindaco Marino si comporta come Alemanno. Gli ricordiamo che i  diritti umani non sono negoziabili e vanno rispettati sempre, anche quando riguardano minoranze etniche, come la comunità dei rom”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC.

“Quando associazioni come Amnesty International o personalità come il presidente della Commissione Straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato Luigi Manconi – continua Barbera – condannano senza appello quanto accaduto oggi, è evidente che il fatto non può essere liquidato facendo finta di nulla o straparlando di legalità come fa, con assoluto candore,  l’assessore ai servizi sociali di Roma Capitale. Sorprendono anche certi silenzi assordanti all’interno di Sinistra e Libertà su quanto accaduto. Le dichiarazioni di Peciola, capogruppo comunale di Sel,  che parla di inclusione sociale dopo che sono stati violentati i diritti umani di 120 persone, sono addirittura imbarazzanti”.

Annunci
  1. Maria Grazia
    15 settembre 2013 alle 23:23

    Ecco a mio parere uno tra i mille problemi della sinistra: Marino accusato di violare diritti umani, ribadito in modo altisonante da quella parte di sinistra che vorrebbe riunirsi per formare una “grande sinistra”! Prima di accusare senza conoscere le problematiche a monte e senza interloquire con lo stesso è sempre la solita storia che si ripete di conflitto tra le varie correnti sinistroidi il che contribuisce (come sempre in passato) a far naufragare ogni tentativo di unione. Come in un matrimonio proviamo ad amalgamarci per il bene di tutti coloro che credono ancora in una sinistra possibile smussando gli eccessi camminando nella realtà di un mondo che è ormai cambiato.

    • giovanni barbera
      16 settembre 2013 alle 18:02

      Forse sarebbe più giusto rimanere sul merito della questione piuttosto che voler utilizzare quel comunicato per fare polemica politica sulle divisioni della “sinistra”. Dopodiché bisognerebbe chiedersi se il Pd, oggetto di una deriva neocentrista, possa oggi considerarsi un partito di “sinistra”

      Le evidenzio che diverse associazioni riconosciute a livello internazionale, come Amnesty International, e diversi personaggi pubblici, tra cui lo stesso senatore PD Luigi Manconi, il giornalista Gad Lerner e l’artista Moni Ovadia, hanno preso posizione contro quello sgombero, giudicato contrario alle normative internazionali che tutelano i diritti umani.

      Non mi sembra che queste associazioni o questi personaggi pubblici e molto noti possano essere considerati appartenenti alla cosiddetta sinistra “radicale”.

      Quindi sarebbe preferibile riflettere sul merito della questione e sulle contraddizioni di chi, avendo in passato fortemente criticato i metodi dell’Amministrazione Alemanno anche sulla questione “rom”, oggi, si comporta nella stessa identica maniera.

      Ad ogni modo, la costruzione di una unità a sinistra non può assolutamente prescindere dai contenuti.

      Grazie

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: